Vulnerabilità Costiera Sardegna

Che probabilità hanno le spiagge della Sardegna di soffire problemi di erosione ed inondazione a causa delle tempeste marine?

Il principale obiettivo di questo lavoro è valutare la vulnerabilità costiera indotta dagli eventi meteo marini estremi sulle coste della Sardegna attraverso un approccio probabilistico. La metodologia, ci permette di quantificare l’ impatto delle tempeste in funzione dei fenomeni d’inondazione e di erosione che si producono sulle spiagge della Sardegna quando sono colpite da una tempesta di mare che possiede un certa probabilità di accadimento.

È stata creata una base dati georeferenziata che contiene informazioni sulla morfologia della spiaggia e sulla propria vulnerabilità. Come risultato la vulnerabilità può essere facilmente combinata con altre informazioni territoriali come ad esempio l’uso del suolo per identificare quegli usi e risorse costiere potenzialmente danneggiabili. Questo potrebbe supportare i gestori costieri per una maggiore conoscienza delle risorse disponibili. Inoltre viene adottato un approccio probabilistico in cu invece di valutare la vulnerabilità di tutte le spiagge, causata da un unico evento estremo, si calcola calcolare la vulnerabilità associata ad una determinato tempo di ritorno. Con questo tipo di metodolo, dovendo prendere decisioni, si può scegliere una probabilità di accadimento (periodo di ritorno) che può variare lungo la costa in funzione dell’importanza che viene dato all’entroterra.

Il metodo proposto è stato applicato a 270 Km di costa sedimentaria di spiaggia della Sardegna. I risultati per un periodo di ritorno di 50 anni basati sulle condizioni correnti indicano che le coste della Sardegna sono maggiormente vulnerabili all’erosione che all’inondazione. Le Province più vulnerabili sia all’erosione che all’inondazione sono quelle di Sassari e di Oristano seguite nell’ordine da Cagliari, Carbonia - Iglesias, Medio Campidano, Nuoro ed Ogliastra, che risulta essere la meno vulnerabile. Questo è dovuto probabilmente al fatto che queste province sono ubicate nella costa Nord Occidentale, una costa aperta, molto esposta agli eventi estremi di maestrale ed inoltre che coincidono con le spiagge più strette e più basse (in media) rispetto a quelle appartenenti ad altre province. La provincia di Cagliari è quella con maggiore longitudine di spiagge. Come sintesi conclusiva possiamo dire che le coste della Sardegna sono ampiamente più sensibili al fenomeno dell’erosione rispetto che a quello dell’inondazione marina, anche se, in alcune spiagge il fenomeno presenta punti di criticità elevata.

Vai all'inizio della pagina

JSN Boot template designed by JoomlaShine.com